Oscar 2021: News of the World

Credo che questa sarà una recensione piuttosto breve, visto che non ho granché dia dire su questo film. News of the World non mi ha entusiasmato né fatto schifo; è lì nella vasta area grigia dell’indifferenza in cui si trovano tutti quei film che, senza infamia e senza lode, si lasciano guardare senza problemi ma, ovviamente, senza nemmeno arricchirti particolarmente. Potrebbe essere un film della domenica pomeriggio, che magari inizi per caso lasciando la tv accesa e guardi distrattamente mentre fai dell’altro consapevole del fatto che non devi per forza dedicargli ogni briciola della tua attenzione. La cosa non è nemmeno molto strana, dal momento che dei precedenti film di Paul Greengrass ho visto, più volte, la saga di Bourne senza che me ne ricordi mezzo; c’è evidentemente qualcosa, nel lavoro di questo regista, a cui il mio cervello fa resistenza senza riuscire ad assorbirlo. 

Il personaggio alla base del film è anche interessante: Jefferson Kidd (Tom Hanks), ex soldato del sud, vive viaggiando di città in città negli angoli più remoti dei neonati Stati Uniti per leggere le notizie alla popolazione. Durante uno dei suoi viaggi, Kidd si imbatte in un carro distrutto e delle persone massacrate; unica sopravvissuta è una bambina, Johanna, rapita anni prima dagli indiani e ora, salvata, in cammino per ricongiungersi alla sua famiglia. Kidd si assume il compito di accompagnare la bambina nella città più vicina, e da lì, dopo aver stabilito che si tratta di un’orfana, dai suoi parenti più prossimi. Se hai letto fin qui, sai già come finisce

News of the World (2020)-Online FuLL English Full^MOVIE | News of the World  “2020” HD-1080p

A me non piace il western: è un genere che non mi parla, non mi affascina e alla lunga mi annoia molto velocemente. Ammetto anche di non averlo esplorato molto, avendo visto solo i film minimi sindacali giusto per saperne qualcosina. Eppure c’è qualcosa nel personaggio di Kidd e nel significato del suo lavoro che mi ha intrigato moltissimo, all’inizio del film: Kidd ha scelto una vita di nomadismo quasi come una redenzione, prendendo una strada radicalmente diversa dall’ideologia che ha servito durante la guerra civile, quando vestiva i panni di un capitano confederato. Dopo aver combattuto per la causa del Sud, ora Kidd racconta alla popolazione indurita, ignorante, abbrutita e violenta degli Stati meridionali dei fatti accaduti in posti remotissimi cercando di costruire quel sentimento di Nazione che una guerra civile inevitabilmente mina. Riportando le notizie non solo locali, ma anche federali, Kidd contribuisce a costruire l’America e gli americani, a far nascere l’idea di un’unica nazione nella mente e nel cuore di popolazioni disperse in un territorio troppo ampio perché, in un’epoca in cui il mezzo di trasporto più comune era ancora il cavallo, potessero considerarlo una casa comune. Kidd allarga i loro orizzonti, li fa sentire parte di un’entità più ampia, combatte la loro resistenza attraverso una narrazione accattivante che, facendo leva sulle loro emozioni, li porta a partecipare delle gioie e delle disgrazie anche di coloro che fino a un decennio prima erano considerati nemici. 

Lo stesso appiglio emotivo che Paul Greengrass sembra cercare nella direzione del film senza mai riuscirci davvero. Complice anche una sceneggiatura che meno ispirata non si può, News of the World è un film che riesce a infilare una tale sequela di banalità assortite da lasciare basito anche lo spettatore più ottimista e possibilista. Tutto scorre esattamente come immagini possa procedere una storia di questo tipo, senza particolari sorprese nemmeno nei colpi di scena che prova a imbastire; ogni sequenza che inizia sai già anche molto bene come andrà a finire, per non parlare della conclusione della trama, che puoi già scrivere dopo i primi dieci-quindici minuti di film. Colpa della tradizionalità dell’intreccio, certo, ma soprattutto dei personaggi impalpabili che popolano il film, dei tipi fissi così già ben consolidati nella nostra coscienza e così scarsamente rielaborati da non riservare alcuna sorpresa di sorta. Non c’è emozione perché non ci sono sorprese, e non ci sono sorprese perché non ci sono dei veri e propri personaggi a muoversi sulla scena, quanto piuttosto delle macchiette già viste e riviste. Kidd è probabilmente l’apice di questa tipizzazione dei ruoli, dal momento che Tom Hanks riporta in scena per l’ennesima volta quello che è il suo personaggio-tipo senza spendersi più di tanto per dargli un minimo di personalità in più; è bravo, eh, e gli si vuole bene, ma la sensazione è che sia rimasto incastrato in un personaggio fisso, l’uomo buono che fa sempre la cosa giusta, senza riuscire più a liberarsene. 

News of the World" [2020] Full Movie^Eng Streaming! (HD~1080p) | News of  the World (2020) HD-720p

Essendo News of the World un melting pot di banalità potevano mancare le stilettate all’America di oggi e i riferimenti caustici all’attualità? Certo che non potevano, per cui giù di riferimenti nemmeno troppo velati (anzi, decisamente espliciti) al suprematismo bianco, all’America first, alla manipolazione delle notizie e agli imprenditori cinici e sfruttatori che cercano di tenere in pugno la popolazione a colpi di fake news e propaganda da un tanto al chilo; il tutto, ovviamente, messo in bocca ai personaggi (pardon, alle maschere) più grotteschi e caricaturali possibili, giusto per rendere ben chiaro e limpido che quello che stanno dicendo E’ SBAGLIATO, senza possibilità di fraintendimento, a prova di idiota. Si posiziona tutto su un livello talmente elementare di narrazione che è quasi imbarazzante da guardare, un film la cui retorica è assimilabile ai momenti più fiacchi de I Simpson senza nemmeno la loro brillante comicità a salvare la situazione. 

News of the World è candidato a quattro premi Oscar: Miglior scenografia, Miglior fotografia, Miglior colonna sonora originale e Miglior sonoro. Mi aspetto che vinca qualcosa? Sinceramente no; sono piuttosto certo che resterà a bocca asciutta, e va bene così dal momento che si tratta di un film mediocre tendente verso il brutto, presto guardato e presto dimenticato. C’è di meglio, in generale e in questi Oscar, per cui direi che possiamo chiudere qui il discorso su questa insipida storia e non riparlarne mai più. 

Oscar 2021

3 pensieri riguardo “Oscar 2021: News of the World

  1. A dire il vero hai detto molto più di altri su questo film. Una cosa con cui concordo è che il film rimane indifferente. Non è brutto ma non rimane per niente impresso. Questo è il classico film Oscar bait. Quei film fatti appositamente per andare all’Academy. Sarà per questo che negli ultimi tempi non li seguo più. Non sono premi onesti.

    Piace a 1 persona

    1. Decisamente no, gli Oscar hanno smesso di di essere un premio per la qualità diversi anni fa – se effettivamente lo sono mai stati. Io li seguo perché mi diverte farmi i miei vincitori ideali e seguire la cerimonia, ma sono ben consapevole dei limiti che i premi hanno, primo tra tutti quello di essere ormai influenzati dalla politica in modo davvero imbarazzante.

      "Mi piace"

      1. Purtroppo hai assolutamente ragione. La mia più grande sorpresa è stata la vittoria di Parasite, perché a quel punto ho realmente pensato che con quell’evento gli Oscar fossero diventati veramente un premio internazionale (il primo film non in lingua anglosassone a vincere gli Oscar, forse quella è stata l’unica cosa interessante).

        "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...